Centro Studi Toniolo - Formazione Professionale - Canicattì Agrigento

    

Presentazione

Il Concetto Bobathiano è un approccio terapeutico che ha una visione completa della persona-paziente, dal momento dell’evento alle fasi successive, e che mira ad un autonomia funzionale ed a una forma di indipendenza del paziente.

Il Bobath si basa sul bagaglio psicomotorio normale, usando come approccio il modello del problem solving per la valutazione ed il trattamento di individui con disturbi della funzione del movimento, ossia su tutte quelle capacità posturali normali che permettono di finalizzare sia atti che movimenti.

Solo con un background teorico-scientifico si hanno le informazioni necessarie per capire come ed in quale modo il SNC può apprendere e recuperare , avvicinandosi il più possibile alla normalità.

I sistemi di classificazione attualmente in uso per la patologia neurologica, psichiatrica e psicopatologica infantile, ossia il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, DSM-IV-TR (American Psychiatric Association, 2000) e la Classificazione delle Sindromi e dei Disturbi Psichici e Comportamentali, ICD-10 (World Health Organization, 1992), nella loro organizzazione puramente descrittiva non riescono a render conto adeguatamente di tali determinazioni o implicazioni di carattere relazionale.

Gli interventi di cui ci occuperemo nascono come risposta a problemi che si manifestano nel corso dello sviluppo, e che sono individuati come deviazione dalla norma o come condizione che crea sofferenza. Il riferimento più ovvio per definire i tipi di intervento è il modello medico: una patologia o una condizione anomala creano una sofferenza o altri tipi di problema, e il clinico, una volta definito il problema con una procedura diagnostica, è chiamato a intervenire in termini preventivi, curativi o riabilitativi.

Il corso verrà svolto su lezioni teoriche e lezioni pratiche-tecniche per avere una visione più chiara e completa delle modalità di intervento, avendo l’opportunità di sperimentare ed osservare le problematicità da cui trarre spunti di riflessione.

Il corso è destinato alle seguenti figure sanitarie:

  • fisioterapisti,
  • terapisti occupazionali,
  • neuropsicomotricisti dell’età evolutiva,
  • neouropsichiatri infantili,
  • ortopedici,
  • psicologi,
  • medici chirurghi specialisti in medicina fisica e riabilitativa e neurologia
  • vengono incluse tutte le altre figure professionali non soggette ad obbligo ECM alle quali verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Il corso, al quale sono stati riconosciuti 50 crediti formativi ECM, è destinato ad un massino di 40 partecipanti ed avrà la durata di 100 ore complessive.

Il costo totale del corso è di € 800,00 per le figure sanitarie soggette ad obbligo ECM, per le figure professionali non soggette ad obbligo ECM il costo è di € 400,00.

Al momento d’iscrizione dovrà essere corrisposta una quota pari alla metà dell’importo totale mentre il saldo dovrà pervenire entro il 17.10.2015, data inizio del corso. Il pagamento dovrà essere effettuato a mezzo di bonifico bancario, a seguito c/c intestato a Centro Studi Toniolo IBAN: IT68X0303282880010000001252 causale: iscrizione corso bobath (specificare nome e cognome).

 

Programma

Le lezioni saranno svolte dal Docente Dott. Carmelo Francesco Pecora, Neurochirurgo esperto in Patologia Vertebro-Midollare.

 

Primo Modulo 17.10.15 – 18.10.15

Sabato pomeriggio ore 14.30-20.30

Lezione Magistrale:

  • La risposta antigravitaria e il balance;
  • Organizzazione nervosa e del movimento;
  • Teoria dell’Apprendimento e del Controllo Motorio;
  • Storia ed evoluzione del Concetto Bobath;
  • Attualità del Concetto Bobath;
  • I punti d’incontro tra il Concetto Bobath e l’ICF;
  • La Gestione del progetto riabilitativo: dalla valutazione alla prognosi.

 

Domenica mattina ore 8.30-13.30

Lezione pratica/tecnica:

  • Analisi della postura e del movimento;
  • Role-playing:
    • sperimentazione del movimento in coppia/piccoli gruppi;
    • Attività funzionali nel quotidiano;
    • Laboratorio movimento coppia/piccoli gruppi;

time break ore 13.30-14.30

Domenica pomeriggio ore 14.30-20.30

in seduta plenaria discussione sui temi affrontati

 

Secondo Modulo 07.11.15 – 08.11.15

Sabato pomeriggio ore 14.30-20.30

Lezione Magistrale:

  • Dalla vita fetale alla nascita, le competenze del feto;
  • Il primo Trimestre di vita;
  • Il secondo Trimestre di vita;
  • Il terzo Trimestre di vita;
  • Il quarto Trimestre di vita;
  • Dai 12 mesi ai tre anni di vita.
  • Età evolutiva e riabilitazione con metodo Bobath

 

Domenica mattina ore 8.30-13.30

Lezione pratica/tecnica:

  • Lavoro in piccoli gruppi:
    • osservazione di un video proposto dal docente;
    • Compilazione della scheda di valutazione proposta dal docente;
    • Problem solving su tematiche proposte dal docente;
    • Problem solving su tematiche relative all’handling neonatale;
    • Problem solving su tematiche inerenti la riabilitazione dell'adulto
  • Role-playing:
    • analisi della postura e del movimento del neonato;
    • analisi della postura e del movimento dell'adulto
    • sperimentazione del movimento sulle posture/movimento sperimentato;

time break ore 13.30-14.30

Domenica pomeriggio ore 14.30-20.30

in seduta plenaria discussione sui temi affrontati.

 

Terzo Modulo 14.11.15 – 15.11.15

Sabato pomeriggio ore 14.30-13.30

Lezione Magistrale:

  • Storia delle PCI;
  • Definizione PCI;
  • Classificazione della PCI-Eziologia-Epidemiologia;
  • Osservazione di eventuali video portati dai partecipanti;
  • Osservazione e valutazione del comportamento spontaneo e interattivo del neonato e del bimbo più grande;
  • Gli obiettivi del programma terapeutico: bimbo-famiglia-terapista;
  • Il bambino con tetraparesi spastica: caratteristiche del quadro motorio grave-moderato-lieve;
  • Gli obiettivi del programma terapeutico: adulti-famiglia-terapista;
  • Evoluzione naturale del quadro motorio – Trattamento riabilitativo.

 

Domenica mattina ore 8.30-13.30

Lezione pratica/tecnica:

  • Lavoro in piccoli gruppi
    • Problem solving inerenti il tema trattato;
    • Compilazione delle schede proposte dal docente;
    • Compilazione delle schede sugli obiettivi del progetto terapeutico;
    • Compilazione delle schede di osservazione-valutazione- trattamento.
  • Role-planying:
    • Laboratorio movimento sulla facilitazione;
    • Sperimentazione del movimento in coppia/piccoli gruppi;

 

time break ore 13.30-14.30

 

Domenica pomeriggio ore 14.30-20.30

discussioni in seduta plenaria sui temi affrontati.

 

Quarto Modulo 21.11.15 – 22.11.15

Sabato pomeriggio ore 14.30-20.30

Lezione Magistrale:

  • Il bambino con diplegia, caratteristiche del quadro motorio;
  • Evoluzione naturale del quadro motorio – Trattamento riabilitativo;
  • Il bambino con emiparesi, caratteristiche del quadro motorio;
  • Evoluzione naturale del quadro motorio – Trattamento riabilitativo;
  • Il bambino “floppy”, caratteristiche del quadro motorio;
  • Evoluzione naturale del quadro motorio – Trattamento riabilitativo;
  • Il bambino con atetosi, caratteristiche del quadro motorio;
  • Evoluzione naturale del quadro motorio – Trattamento riabilitativo;
  • La paralisi cerebrale nell’adulto: fattori di rischio, cause e sintomi;
  • Evoluzione del quadro motorio - Trattamento riabilitativo.

 

Domenica mattina ore 8.30-13.30

Lezioni pratico/tecniche:

  • Lavoro in piccoli gruppi:
    • compilazione della scheda di osservazione-valutazione-trattamento;
    • laboratorio sulle funzioni osservate nel bambino e nell’adulto

time break ore 13.30-14.30

Domenica pomeriggio ore 14.30-20.30

discussioni in seduta plenaria sui temi affrontati.

 

Quinto Modulo 05.12.15 – 06.12.15

Sabato pomeriggio ore 14.30-20.30

Lezione Magistrale:

  • Le funzioni manipolatorie e prassiche nello sviluppo neuromotorio;
  • La crescita neuro-evolutiva del bambino da 0-3 anni;
  • Le diverse forme di PCI;
  • Le funzioni manipolatorie e prassiche nel bimbo con PCI;
  • La facilitazione per l’accesso al gioco;
  • La comunicazione aumentativa e alternativa;
  • Le funzioni manipolatorie e prassiche nell’adulto
  • Anatomia e fisiologia di alimentazione;
  • Il bimbo con difficoltà di alimentazione;
  • L'adulto con difficoltà di alimentazione
  • Il corretto posizionamento per l’alimentazione del bimbo e dell'adulto patologico;
  • Le tecniche di alimentazione;
  • I disturbi del linguaggio nel bambino patologico;
  • I disturbi del linguaggio nell'adulto patologico
  • Costruire la comunicazione.

 

Domenica mattina ore 8.30-13.30

Lezioni pratico/tecniche:

  • Lavoro in piccoli gruppi:
    • Laboratorio sulle funzioni osservate;
    • Laboratorio sulle tematiche affrontate;
    • Problem solving sui temi affrontati;
    • Dimostrazione tecnica: valutazione e trattamento di un bambino; valutazione e trattamento dell'adulto

time break ore 13.30-14.30

Domenica pomeriggio ore 14.30-20.30

discussioni in seduta plenaria sui temi affrontati.

 

Sesto Modulo 12.12.15 – 13.12.15

Sabato pomeriggio ore 14.30-20.30

Lezione Magistrale:

  • Il neonato pretermine;
  • La famiglia del neonato pretermine;
  • Il processo interattivo tra la famiglia del bimbo disabile e i riabilitatori;
  • L'adulto patologico e le interazioni tra patologia e nucleo familiare
  • Il progetto terapeutico abilitativo/riabilitativo;
  • Il deficit visivo di origine centrale nella PCI;
  • La valutazione della funzionalità visiva nelle diverse forme di PCI;
  • Nuovi orientamenti della chirurgia ortopedica nella PCI;
  • Tipologia delle ortesi utilizzate nelle PCI.

Domenica mattina ore 8.30-13.30

Lezioni pratico/tecniche:

  • Dimostrazione tecnica: trattamenti di casi patologici da parte dei partecipanti;
  • Lavoro in piccoli gruppi: compilazione del progetto riabilitativo e degli obiettivi di lavoro.

time break ore 13.30-14.30

Domenica pomeriggio ore 14.30-20.30

discussioni in seduta plenaria sui temi affrontati.

 

 

 

 

Spot

Contattaci
Powered by BreezingForms

    

Iscriviti alla Newsletter

Seguici su Facebook